Già rivolto al gusto rinascimentale per il tono pacato e classicheggiante della cornice, il Trittico rappresenta i modi pittorici di Vittore Crivelli nella modestia e nella mimica un po’ fredda dei volti e dei tratti dei personaggi. La rappresentazione della Crocifissione è tutta trasportata sul primo piano dal fondo d’oro e dalle mura merlate, in una espressione statica che suggerisce una certa pesantezza di esecuzione specie nel torpore del corpo del Cristo e nella fissità dei gesti, nel disegno delle dita lunghe e nervose. Il riscatto dell’opera avviene nella qualità del colore, nella decorazione verde ed oro del drappo damascato da cui sporge un festone di frutti.

Vittore Crivelli

Trittico della Visitazione della Vergine
Ordine inferiore: Visitazione della Vergine a S. Elisabetta, S. Giovanni Battista, S. Francesco
Pannello superiore: Crocifissione

Tempera su tavola, 90×65 cm

Già rivolto al gusto rinascimentale per il tono pacato e classicheggiante della cornice, il Trittico rappresenta i modi pittorici di Vittore Crivelli nella modestia e nella mimica un po’ fredda dei volti e dei tratti dei personaggi. La rappresentazione della Crocifissione è tutta trasportata sul primo piano dal fondo d’oro e dalle mura merlate, in una espressione statica che suggerisce una certa pesantezza di esecuzione specie nel torpore del corpo del Cristo e nella fissità dei gesti, nel disegno delle dita lunghe e nervose. Il riscatto dell’opera avviene nella qualità del colore, nella decorazione verde ed oro del drappo damascato da cui sporge un festone di frutti.