La tavola manca del registro superiore e della predella. L’opera è mirabile per l’estrema semplicità compositiva, dettata quasi certamente dalla volontà dei committenti, i francescani dell’Ordine dei Clareni.

La tavola presenta in posizione centrale la Madonna in trono con le mani giunte, mentre contempla il Bambino addormentato sulle sue gambe. I cetrioli e la mela che pendono dietro il capo incoronato della Vergine lasciano presagire il sacrificio di Gesù. All’estrema sinistra è ritratto San Girolamo con indosso la veste e il cappello da cardinale; mentre con la mano destra regge il modellino di una chiesa, con la sinistra stringe un libro che allude ai suoi scritti esegetici o alla Vulgata.

Al suo fianco è raffigurato San Giovanni Battista abbigliato con un’umile veste e con la mano serrata intorno alla croce.

All’estrema destra è rappresentato un frate che indossa una cappa bruna; è stato recentemente identificato come il Beato Angelo Clareno. Accanto è ritratto San Francesco d’Assisi con indosso il saio e il cingolo, mentre stringe in una mano il crocifisso e nell’altra il libro della Regula.

Vittore Crivelli

Pentittico, 1480 ca

Madonna con il Bambino, S. Girolamo, S. Giovanni Battista, S. Francesco, il Beato Angelo Clareno

Tempera su tavola
Pannello centrale 140×53 cm
Pannelli laterali: ciascuno 130×32 cm
La tavola manca del registro superiore e della predella. L’opera è mirabile per l’estrema semplicità compositiva, dettata quasi certamente dalla volontà dei committenti, i francescani dell’Ordine dei Clareni.
La tavola presenta in posizione centrale la Madonna in trono con le mani giunte, mentre contempla il Bambino addormentato sulle sue gambe. I cetrioli e la mela che pendono dietro il capo incoronato della Vergine lasciano presagire il sacrificio di Gesù. All’estrema sinistra è ritratto San Girolamo con indosso la veste e il cappello da cardinale; mentre con la mano destra regge il modellino di una chiesa, con la sinistra stringe un libro che allude ai suoi scritti esegetici o alla Vulgata.
Al suo fianco è raffigurato San Giovanni Battista abbigliato con un’umile veste e con la mano serrata intorno alla croce.
All’estrema destra è rappresentato un frate che indossa una cappa bruna; è stato recentemente identificato come il Beato Angelo Clareno. Accanto è ritratto San Francesco d’Assisi con indosso il saio e il cingolo, mentre stringe in una mano il crocifisso e nell’altra il libro della Regula.